Allegrezza

Sono felice di parlare di questo dizionario. Grande opera per me. Stefano Massini è molte cose. Scrittore, saggista, giornalista, consulente del Piccolo Teatro di Milano, le cui opere sono rappresentate in tutto il mondo e forse altro ancora.

E ha pubblicato con Mondadori questo dizionario. Dizionario inesistente. Mi procura una certa allegrezza. Io che amo inventare parole. Come scrivevo nel mio libro “Le donne sono vento”, ne mancano tantissime di parole. Mancano i suoni dei sentimenti. Ed ecco che Massini dice che le parole sono un ponte sopra il fiume delle cose, si può inventarne di nuove, provenienti da evidenti radici. Crea un altro dizionario, quello delle parole legate a ciò che la gente crede, neologismi che comunicano tutta una serie di atteggiamenti e raccontano di storie, dalle quali lui trae il nuovo vocabolo.

 

Di certo io non sono alla sua altezza, io le invento e basta, un po’ alla ciarlona. Come suonano e soprattutto come mi occorrono. Ma questa faccenda delle parole inesistenti e che invece lui ha saputo creare mi rende più salda nel mio vagheggiare, quando sputo ciò che non c’è dandogli un senso e gli altri mi guardano come fossi analfabeta. Da oggi girerò con una copia del Dizionario inesistente sotto il braccio, me la stringerò così forte da farla aderire alla pelle, come Angélique de Il Sogno di Zola stringeva al petto il libretto con le sue generalità, per riconoscere che esisteva. Allo stesso modo questo dizionario alternativo con le parole che non esistono, pure sono state create, sarà la prova che possono esistere, che ciò che è creduto può vedere la luce ed essere creato. Se l’ha fatto Massini la strada è aperta.

 

Com’è il sugo? È asaporo. Punto, ti ho stroncato con il maggior garbo possibile. Certo, io le invento, Massini ci fa tuffare in riflessioni e spiegazioni di un certo rilievo. Ed è divertente e irriverente. Questa appendice, per ora definita inesistente, verrà compresa in qualche dizionario vero? Del resto l’Accademia della Crusca ha inserito tali vocaboli ultimamente che proprio nessuno con qualsivoglia dottorato/ulp/gasp potrà trovare alcunché da ribattere per parole che hanno così tanta logicità.

Potrebbe interessarti anche

Nessun Commento

Lascia un Commento

17 + tre =

Top